Esplosione sulla dorsale del metanodotto SNAM nel comune di Sestino


Tragedia sfiorata stamattina al metanodotto di Sestino (Arezzo). Non ci sono feriti ma la zona è stata evacuata a scopo precauzionale. L’esplosione, avvenuta intorno alle 5 nella zona di Belvedere, ha provocato anche un incendio. Il 118 è intervenuto con due ambulanze per favorire l’evacuazione degli abitanti delle case sparse della zona. Impegnati i vigili del fuoco, che intorno alle 6 avevano già spento le fiamme, carabinieri e protezione civile per bonificare l’area e verificare l’origine dell’esplosione. Sul posto anche un veterinario della Usl, visti gli allevamenti presenti, Vigili del fuoco, Carabinieri e protezione civile. Nessun problema è previsto per gli approvvigionamenti di gas. La tratta, peraltro vecchiotta, essendo una tubazione da 18 pollici posata intorno al 1970, su cui scorre metano ad una pressione di 70bar, non è vitale alla distribuzione del metano. La tubazione è da tempo all'attenzione dei tecnici della SNAM, a causa delle frequenti frane che interessano il territorio. E' possibile che ci sia proprio uno di questi movimenti franosi all'origine della perdita che ha provocato l'esplosione che ha dato il via alla catena degli eventi. Non si conosce al momento la causa dell'innesco. E' probabile che per qualche ora resti interrotta soltanto la fornitura al comune di Sestino. In vista del forte calo termico previsto per il fine settimana, saranno tuttavia messe in atto soluzioni tampone per ridurre al minimo i disagi agli abitanti delle frazioni montane.