Natale in musica nello scorso Natale in Valtiberina


Un appuntamento all’insegna del puro spirito natalizio quello di sabato scorso 26 dicembre con il 32mo Concerto di Natale della Corale Marietta Alboni, promosso insieme con Amministrazione comunale di Città di Castello e Sogepu. Il concerto è stato dedicato al grande Gualtiero Angelini, da poco scomparso. La Corale tifernate, una delle istituzioni culturalmente e musicalmente più prolifiche e più longeve del territorio altotiberino, sotto la guida del suo maestro sin dalla fondazione, Marcello Marini, ha proposto un percorso attraverso le più famose melodie natalizie, con un’attenzione particolare ai Christmas Carols, espressione tipica del Natale dei paesi anglosassoni, che tanto hanno affascinato la produzione letteraria e cinematografica diventando frequentemente colonne sonore a numerose pellicole di Natale. A comunicare queste intense emozioni natalizie ha dato un sostanziale contributo la suggestiva voce del tenore David Sotgiu, assieme alla bella partecipazione di Andrea Biagini al flauto, Riccardo Bigotti alle percussioni e Angelo Silvio Rosati, storico organista della manifestazione. L’Associazione Corale “Marietta Alboni” è oggi strutturata in quattro formazioni: il coro principale di adulti, composto da 55 elementi, i Pueri Cantores “Beato Liviero”, composto da circa 25 bambini dai 4 ai 10 anni, l’Alboni Youth Choir di 25 ragazzi tra i 11 e i 15 anni e il Coro Femminile Giovanile formato da 20 ragazze dai 16 anni in poi, e anche queste due ultime formazioni hanno preso parte al concerto del 26 dicembre nella Chiesa della Madonna delle Grazie, sede storica del concerto, gremita di pubblico.

A Sansepolcro il classico concerto di Natale svolto in collaborazione con il Comune biturgense e il locale Lions Club con fini benefici ha visto la presenza in Cattedrale del Coro Città di Piero, della corale Domenico Stella e del coro don Vittorio Bartolomei di Anghiari diretti da Bruno Sannai e Paolo Fiorucci. Assieme a loro era impegnato l’ensemble strumentale La Scala di Seta di Umbertide con i musicisti Gianfranco Contadini, Giulio Camaiti, Daniele De Padova, Irene Mambrini, Luca Ricci. Mirco Taschini e Alessandro Tetragoni. C’erano poi tre cantanti: ed erano le belle voci del mezzosoprano Chiara Chialli, del soprano stella Peruzzi e del baritono Andrea Sari, protagonisti di alcuni grani solistici classici molto applauditi dall’uditorio. Il concerto di Natale è ormai una consolidata tradizione, che inizia negli anni ’80 e non si è mai interrotto. Ne è dimostrazione la grande attenzione delle autorità locali e della cittadinanza che da sempre si presenta numerosa all’appuntamento. Anche in questo caso in programma c’erano musiche di forte ispirazione natalizia, che variavano da Bach a Couperin, da Stoelzel a Vivaldi, da Berlioz a Morricone, da Schubert a Haendel, passando per brani tradizionali e popolari di diversa estrazione. Anche qui grande partecipazione di pubblico e tanti applausi per i solisti vocali e strumentali e per i tre cori, oltre che per due giovani del Leo Club di Sansepolcro che hanno proposto letture di brani ispirati al significato della pace e della non violenza. Da ricordare che sabato 2 gennaio il concerto verrà replicato alle 21 nella chiesa della Propositura ad Anghiari.