BRILLANTE RISCATTO DELLA TOP QUALITY GROUP, CHE HA DOMINATO LA SCENA


MONTE SAN PIETRO - Con una prestazione da grande squadra, concentrata e determinata dalla prima fino all’ultima azione, la Top Quality Group San Giustino ha riscattato come meglio non avrebbe potuto lo scivolone interno nel derby contro la Zambelli Orvieto, andando a espugnare con un eloquente 3-1 il PalaOwens di Monte San Pietro e lasciando per la prima volta a secco di punti la forte MtMotori Idea Volley Bologna. L’impresa in terra felsinea, che ha rispolverato anche il carattere del gruppo, consente alla formazione di Alessandro Della Balda di scavalcare in classifica proprio le avversarie di turno e di festeggiare il Natale con il secondo posto solitario a quota 23 punti e a -4 dalla capolista Battistelli di San Giovanni in Marignano, che continua imperterrita a vincere e a rimanere imbattuta. A parte qualche errore commesso nel primo set, costato la sconfitta ai vantaggi, le biancazzurre hanno dominato la scena con una Mirka Francia divenuta decisiva al momento giusto (altri 25 punti nello score personale) e con una superlativa Sofia Tosi: la 18enne schiacciatrice mantovana, autrice di 24 punti, è stata l’arma in più della Top Quality Group, dimostrando in pieno tutte le sue enormi potenzialità con una condotta di gara peraltro lineare. Su alti livelli tutta la compagine sangiustinese (anche stavolta incitata “non stop” da suoi fedelissimi), con le sicurezze chiamate Clara Izzo in regia e Rossella Giorgi libero, efficace in difesa e in ricezione, ma una citazione particolare la merita nella circostanza anche la laterale Chiara Shanti Falotico, che ha ripagato in pieno la fiducia del tecnico con un ottimo lavoro in difesa e qualche punto piazzato nei frangenti più delicati della gara. I numeri dicono poi che oltre all’attacco (41% contro 32%), anche i 12 muri punto contro 3 hanno fatto la differenza in favore di San Giustino.

Alessandro Orefice, coach bolognese, schiera la palleggiatrice Elisa Peluso, l’opposto Emanuela Fiore, le centrali Francesca Gentili e Giada Boriassi, le laterali Chiara Aluigi (autentico “martello” della Idea Volley con 25 punti) e Giulia Rubini e il libero Francesca Severi. Dall’altra parte della rete, ci sono la diagonale Clara Izzo-Mirka Francia, la coppia centrale Jessica La Rocca-Martina Spicocchi, a lato Sofia Tosi e Chiara Falotico e libero Rossella Giorgi. MtMotori tonica in partenza, con la Falotico che risponde per la Top Quality Group: le padrone di casa fanno leva sulla difesa e vanno sull’8-4 al primo time-out tecnico, fino a quando il muro vincente della Spicocchi non dà il via alla rimonta che si completa sull’11 pari. E’ allora la Aluigi a far rimettere Bologna con il naso avanti, ma una veloce liftata della Spicocchi e una invasione portano la Top Quality Group sul 18-16, grazie anche alle battute della Izzo che mettono in crisi il sestetto locale. Sono tuttavia gli errori di impostazione e soprattutto i 5 servizi sbagliati contro gli zero della Idea Volley a pesare nell’economia del set: il verdetto è rimandato ai vantaggi, con la Aluigi e la Tosi che sostengono i rispettivi versanti; il fallo di posizione sulla pipe della Falotico consegna l’1-0 alla MtMotori con il parziale di 27-25.

Il prologo della seconda frazione è ancora di marca bolognese: 6-3 in breve tempo, poi Mirka Francia comincia a scaldare le mani e grazie a una pipe e a un muro vincente il pareggio è cosa fatta sul 10-10. Cominciano a incappare in qualche errore, sia in battuta che in attacco (vedi la Fiore), anche le locali, mentre San Giustino comincia a mettere insieme i primi mattoni della sua impresa: la difesa aggiustata, una fast firmata La Rocca, le implacabili bordate della Tosi, il contributo della Falotico e un altro muro della Spicocchi portano al massimo vantaggio di +6 (20-14), in parte neutralizzato dai due ace consecutivi di Serena Vece. A questo punto, una saggia gestione dei cambi palla, con Francia e Tosi sempre vincenti, ristabilisce la distanza di sicurezza: un primo tempo di Jessica La Rocca e un muro sulla diagonale stretta della Fiore determinano il pareggio con un netto 25-19.

Ha pertanto tutta l’aria di risultare decisivo l’esito del terzo set, che vede di nuovo Bologna prendere il via in apertura: un ace con l’aiuto del nastro da parte della Boriassi e una Fiore di nuovo in palla fanno sì che alla prima sospensione tecnica il punteggio sia ancora di 8-4 per le felsinee. Il fuoco di paglia si spegne però ben presto sotto i colpi delle solite Francia e Tosi e un attacco fuori bersaglio della Aluigi manda avanti la Top Quality Group sul 13-12. Il vento è cambiato: l’arbitro fischia una palla accompagnata alla Fiore e la Falotico piazza la parallela del 16-13 che orienta definitivamente l’ago della bilancia dalla parte di San Giustino; soltanto sul 16-20 le ragazze di Orefice hanno una piccola fiammata che le porta a quota 18 (muro sulla Spicocchi), poi è un monologo di Mirka Francia fino al 25-20 di chiusura.

Il 4-0 d’acchito interrotto dalla diagonale della Fiore lascia intendere che la Top Quality Group ha oramai le mani sulla vittoria. Dei quattro set disputati, l’ultimo è quello più povero di storia: stavolta, al primo time-out tecnico sono la Izzo e compagne a condurre per 8-4 e a trovare poi un ace con la Tosi. Orefice avvicenda le palleggiatrici, inserendo Sofia Rapisarda al posto di Elisa Peluso, ma i muri della Falotico e della Francia, che continua a macinare anche in attacco, scavano una fossa profonda nel punteggio, fino al 16-6 che conduce alla seconda pausa tecnica. La Mt Motori, in balia delle avversarie, è solo ed esclusivamente Chiara Aluigi, che ha il merito di dimezzare il gap (11-16) con le sue schiacciate; tuttavia, il muro di Jessica La Rocca, l’ennesimo sigillo della Tosi e la battuta lunga della Fiore (siamo sul 20-14 per San Giustino) sono la dimostrazione di una sfida giunta al trionfale epilogo per la Top Quality, con la Tosi capace di trovare anche un pallonetto e Mirka Francia che completa l’opera con un muro e il “mani fuori” del 25-15 finale. Fa festa (e ha tutte le ragioni) l’ambiente biancazzurro, al termine della partita in assoluto più bella disputata da quando San Giustino milita nel campionato di B1.

Alessandro Della Balda si gode giustamente la vittoria e allo stesso tempo si comporta anche da “pompiere” della situazione. Si era detto che la partita contro l’Idea Volley avrebbe costituito il banco di prova per capire quale ruolo avrebbe potuto recitare la squadra in questo campionato. E allora? “Calma! Dobbiamo andare avanti passo dopo passo – afferma l’allenatore della Top Quality Group – senza affrettare troppo i tempi o abbandonarsi a conclusioni che spesso sono “figlie” della circostanza. Dico soltanto che, dopo una vittoria di questo genere, ci potremo ancora divertire, a patto che sfruttiamo già ora la sosta natalizia per lavorare, perché soltanto il lavoro ci può dare le gratifiche più importanti”. Una scelta azzeccata, quella di partire con Chiara Falotico; un Francia e una Tosi incontenibili e la compattezza mentale del gruppo: questi gli ingredienti del successo? “Complimenti intanto a tutte le ragazze per la reazione caratteriale che hanno avuto dopo la sconfitta del turno precedente. Quando si vincono partite come queste, vuol che dire che ognuna ha fatto il suo. La Francia e la Tosi ci hanno trascinato in attacco e con la Falotico mi sono complimentato a fine partita: la mossa di inserirla nella formazione di partenza aveva un preciso scopo, quello di potenziare la fase difensiva e lei ha svolto egregiamente il compito assegnato, pizzicando anche in attacco”.  

San Giustino, 20 dicembre 2015