Il modello tifernate di agricoltura sociale fa scuola in Europa: via al progetto Pas

  • Il modello tifernate di agricoltura sociale fa scuola in Europa: via al progetto Pas
Il modello tifernate di agricoltura sociale fa scuola in Europa: via al progetto Pas

 Il progetto europeo PAS “Promozione dell’agricoltura sociale”, che vede Città di Castello capofila del raggruppamento comprendente le municipalità della Ribera Alta di Valencia (Spagna) e il comune di Lousada (Portogallo), ha fatto tappa alla biblioteca comunale Carducci per il primo incontro del gruppo di lavoro internazionale chiamato a elaborare linee guida per lo sviluppo di iniziative di economia sociale nel settore dell’agricoltura. Nell’iniziativa promossa dal Comune in collaborazione con la Fondazione Hallgarten-Franchetti Centro studi Villa Montesca e con la Cooperativa La Rondine, le delegazioni straniere si sono confrontate con i rappresentanti dei settori comunali Cultura, Politiche Sociali, Sviluppo Economico e delle associazioni di categoria Confagricoltura, Coldiretti, Cia. Partendo da un quadro comune che definisce le effettive esigenze e focalizzandosi sulle esperienze dei comuni coinvolti in Italia, Spagna e Portogallo, il progetto si propone di definire una prospettiva sostenibile per la creazione di nuovi imprese sociali che offra a persone con disabilità e cittadini che vivono in una condizione di esclusione sociale la possibilità di ricavare un reddito dalla coltivazione della terra. L’obiettivo è di stimolare le amministrazioni locali a mettere in atto politiche finalizzate a incentivare start-up innovative nel settore per dare l’opportunità ai cittadini vulnerabili di conseguire autonomia e indipendenza economica nella comunità, aumentando le loro abilità, migliorando la loro vita sociale e lavorativa. Le delegazioni di Spagna e Portogallo rimarranno a Città di Castello fino a venerdì 17 settembre per conoscere da vicino alcune esperienze di agricoltura sociale nel territorio e visitare la città.