Tabacchicoltura: un settore da salvare. Allarme dei sindacati

Tabacchicoltura: un settore da salvare. Allarme dei sindacati
Tabacchicoltura: un settore da salvare. Allarme dei sindacati

Crisi della tabacchicoltura, anche i sindacati e le associazioni di categoria sostengono gli agricoltori. Il settore produttivo tabacchicolo sta vivendo un periodo di forti preoccupazioni a causa degli aumenti dei costi ormai divenuti insostenibili. Proprio nelle scorse settimane si è svolto a Città di Castello un importante incontro in cui un gruppo di produttori tabacchicoltori storici umbri hanno discusso delle molteplici problematiche insieme al sindaco Luciano Bacchetta. Oggi dunque scendono in campo anche i sindacati a sostegno di un settore importante per l’Italia. Molti sono i lavoratori che ogni anno coltivano, lavorano e raccolgono il tabacco. Per questo Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil Umbria chiedono l’impegno delle istituzioni per salvare un’attiva economia storica anche dell’Alta Valle del Tevere. I sindacati lanciano un grido d’allarme perché si possa difendere il settore in ogni sua parte e quindi anche per una tenuta occupazionale sana, rispettosa dei contratti, della sicurezza nei luoghi di lavoro e che guardi al futuro con progetti che diano prospettive sane e certe e si dicono pronti ad intraprendere iniziative a tutela dei posti di lavoro per la salvaguardia della filiera.