Dice di andare a scuola ma sparisce: polizia ritrova una tredicenne a Milano

Dice di andare a scuola ma sparisce: polizia ritrova una tredicenne a Milano
Dice di andare a scuola ma sparisce: polizia ritrova una tredicenne a Milano

Era partita da casa per andare a scuola, ma è stata ritrovata nella metropolitana di Milano dopo ore di angoscia per i genitori. La protagonista è stata una ragazzina di 13 anni, di Città di Castello. La giovanissima era uscita da casa per andare a scuola, come ogni giorno. Terminate le lezioni, però, i genitori non l’hanno vista fare rientro a casa: dopo qualche ora i due hanno deciso di rivolgersi alla Polizia di Stato, chiedendo aiuto agli agenti del Commissariato.

I poliziotti si sono messi subito all'opera e sono stati in grado di acquisire una considerevole quantità di informazioni riguardanti la vita, le amicizie e i luoghi maggiormente frequentati dalla giovane, elementi questi essenziali per finalizzare ogni azione di ricerca ritenuta utile.

Con ulteriori indagini è stato scoperto che la ragazzina aveva con sé la carta bancomat dei propri genitori e che fra i sui interessi principali ci fosse Milano, città nella quale vive una amica con cui, in questo ultimo periodo, chattava assiduamente.

Attivato il «Piano provinciale per la ricerca delle persone scomparse», gli agenti hanno intensificato i controlli su Milano, contattando tutti gli organi di polizia e i mezzi di trasporto, compresa la rete metropolitana e le agenzie di vigilanza privata.

Alla fine un passante ha riconosciuto la ragazzina proprio all'interno della metro milanese. L’uomo, con l’aiuto di un operatore di vigilanza privata, ha consegnato la tredicenne agli agenti, i quali poi l'hanno affidata di nuovo ai propri genitori.