«Nessun aumento»: dai sindacati arriva l'ok al bilancio del Comune

  • «Nessun aumento»: dai sindacati arriva l'ok al bilancio del Comune
  • «Nessun aumento»: dai sindacati arriva l'ok al bilancio del Comune
«Nessun aumento»: dai sindacati arriva l'ok al bilancio del Comune

Nessun aumento, confermate tutte le agevolazioni, raddoppiati i rimborsi Tari per le attività chiuse dal Covid: così Tofanelli sintetizza le principali scelte di bilancio. «Pur nelle difficoltà della pandemia nel bilancio di previsione verranno mantenuti in essere tutti i servizi erogati dall’amministrazione comunale (asili, trasporti, mense….). Senza interventi nei costi per il cittadino, mantenendo di fatto inalterate le tariffe per la fruizione del servizio». In relazione ai costi per le mense scolastiche, sono state restituite alle famiglie 51mila euro circa ottenuti a seguito del risultato ottenuto nella gara d’appalto a rilevanza europea, relativo alla realizzazione del nuovo servizio di ristorazione scolastica biologica, a ridotto impatto ambientale e rispettoso dei diritti umani fondamentali. In relazione all'addizionale Irpef comunale rimarrà inalterata, rispetto a quanto stabilito per l’anno 2020, sia per quanto riguarda la fascia di reddito di esenzione, sia per le fasce di reddito su cui verrà applicata la tassazione in forma progressiva come richiesto dalle organizzazioni sindacali in ottemperanza a quanto dettato dalla Costituzione in ambito di equità fiscale. La no-tax area dell’Irpef sarà fino a 13mila euro con scaglioni. Per l’anno 2021 la Cosap verrà sospesa per le attività danneggiate, la Tari verrà ridotta di  200 mila euro complessivi alle attività che sono state chiuse in base ai decreti governativi. L’ Imu rimarrà invariata rispetto al 2020.  Confermati al sociale tutti gli aiuti già effettuati anche lo scorso anno, contributo per affitti, vita indipendente, riduzione Tari in base ISEE a famiglie numerose. All'incontro hanno preso parte, oltre a Tofanelli anche il sindaco,il vicesindaco Luca Secondi, gli assessori Rossella Cestini, Luciana Bassini, Riccardo Carletti, mentre per i sindacati: Maurizio Maurizi della Cgil, Patrizia Venturini dello Spi Cgil, Antonello Paccavia della Cisl, Corrado Campanelli e Antonello Mencaccini di Cisl Fp, Sandro Belletti della Uil. Quanto agli investimenti, Bacchetta e Tofanelli quantificano in 13 milioni il totale previsto nel 2021.  Molti di questi investimenti sono sulla manutenzione strade e adeguamento scuole, Agenda Urbana, Viabilità ciclopedonale, estensione  rete metano, manutenzione strade comunali, abbattimento barriere architettoniche , sistemazione Circolo degli Illuminati, miglioramenti Biblioteca Comunale, interventi di adeguamento sulle scuole,  interventi su Pinacoteca e sul rifacimento delle mura perimetrali della città, realizzazione della variante dei giardini del Cassero. Sulla visione futura,  Comune e sindacati hanno condiviso una piattaforma per «rivendicare l'impegno nel territorio dell’Altotevere di adeguate infrastrutture: in particolare la realizzazioni del tratto umbro della e78 e il definitivo ripristino del viadotto Puleto della E45, oltre alla sistemazione della viabilità complementare del tratto appenninico tra Umbria e Romagna; la ristrutturazione, adeguamento ferrovia ex Fcu sia per il territorio umbro che per quanto riguarda il suo potenziamento strategico con il proseguimento della linea ferroviaria da Sansepolcro ad Arezzo».