Green pass, al via i controlli in Umbria dopo l'ok del Viminale

Green pass, al via i controlli in Umbria dopo l'ok del Viminale
Green pass, al via i controlli in Umbria dopo l'ok del Viminale

Stanno per scattare anche in Umbria i controlli sul green pass.

La prefettura di Perugia ha convocato i comitati provinciale per definire i servizi da attuare a partire dal weekend di ferragosto in arrivo per verificare che all’interno dei locali venga fatto entrare chi può esibire il certificato verde.

Al centro dei controlli ci saranno ristoranti, palestre, luoghi chiusi frequentati soprattutto dai giovani.

La fase operativa è scattata dopo il via libera del Viminale.

Le forze dell’ordine saranno schierate in tutti i territori della provincia, compreso l’Altotevere dove i controlli, a campione, sono già iniziati il 6 di agosto in concomitanza con l’entrata in vigore del nuovo decreto, ma finora nessuna irregolarità è stata riscontrata.

Le sanzioni amministrative per chi viene trovato all’interno di locali, sale giochi, palestre, centri sociali e ricreativi senza green pass vanno da 400 a mille euro, mentre potrebbe incappare in una denuncia penale per falso chi dovesse cimentarsi nella contraffazione del certificato.

La multa, comunque, scatta anche a carico del gestore dell’attività: colui che non controlla il possesso del green pass rischia una sanzione da 400 a mille euro, mentre se la stessa violazione amministrativa viene contestata tre volte in tre giorni differenti il questore potrebbe anche scattare la chiusura.