Piazza dell'Archeologia, quale futuro? Le interpellanze della politica tifernate

Piazza dell'Archeologia, quale futuro? Le interpellanze della politica tifernate
Piazza dell'Archeologia, quale futuro? Le interpellanze della politica tifernate

Piazza dell’Archeologia a Città di Castello finisce al centro di una serie di prese di posizione politiche bipartisan.

Mirko Pescari, Letizia Guerri e Luciano Tavernelli (tutti del Partito democratico) hanno presentato un’ interrogazione urgente sui tempi di completamento dell’area, ma anche  Vittorio Vincenti  di Tiferno Insieme ha depositato un’interpellanza sempre sulla stessa area.

Al centro di entrambi i documenti ci sono la fine dei lavori e alcune opere non completamente a posto.

Pescari, Guerri e Tavernelli, infatti, puntano l'attenzione sui «tempi entro i quali verrà definitivamente completata l’area verde, con messa a dimora di un consistente numero di piante come vera e propria 'infrastruttura naturale multifunzionale'

I tre consiglieri evidenziano inoltre alcune criticità su via Borgo Farinario e sui cordoli che sono stati appena realizzati e sarebbero già danneggiati. Inoltre chiedono se sono state previste installazioni di telecamere, sia nei parcheggi sottostanti che in tutta la zona.

Vittorio Vincenti invece  punta il dito su altri aspetti legati alla realizzazione della struttura, al fatto che il cantiere sembrerebbe terminato, ma non sarebbe in linea con quello  del render del progetto.

Lo stesso esponente di «Tiferno Insieme», nel documento chiede «se è stata effettuata per la parte pubblica la fine lavori ufficiale e se i certificati relativi a impianti e sicurezza antincendio siano stati rilasciati», inoltre si domanda come «avverrà l’utilizzo dei parcheggi liberi previsti nel progetto.