Un canzone contro il virus: il Chorus Fractae Ebe Igi si rimette in gioco grazie alle videochiamate e crea un nuovo brano

Un canzone contro il virus: il Chorus Fractae Ebe Igi si rimette in gioco grazie alle videochiamate e crea un nuovo brano
Un canzone contro il virus: il Chorus Fractae Ebe Igi si rimette in gioco grazie alle videochiamate e crea un nuovo brano

La musica da sempre parla anche e soprattutto di attualità ed è così che il Chorus Fractae Ebe Igi ha ben pensato di rivisitare lo storico brano “Aggiungi un posto a Tavola” riadattando il testo al periodo emergenziale che ci ha travolto. Le prove sospese nei primissimi giorni di marzo, a causa dell’epidemia da Covid-19, hanno improvvisamente cambiato la nostra routine – spiega il maestro Paolo Fiorucci - Per stare vicini anche a distanza abbiamo pensato di incontrarci virtualmente sulla piattaforma ZOOM e nell’attesa di un ritorno alla normalità abbiamo preso parte al progetto rivolto agli associati di ARCUM (Associazione regionale cori umbri).

Il video che accompagna goliardicamente il brano, segue delle linee guida lasciando però ad ogni corista, la libertà di esprimersi secondo la propria fantasia per proporre e rappresentare la scena.

I 16 coristi partecipanti hanno realizzato dei video con i singoli telefonini, sia quelli delle scenette, sia quelli in cui cantano. Hanno cantato con la base in cuffia, preparandosi con dei file audio appositamente predisposti. E poi via con il montaggio e la voglia di tornare a riunirsi presto.

E dunque anche per il coro umbertidese la tecnologia è stata la salvezza della propria passione, un modo per continuare a stare insieme, per divulgare la propria esperienza e per mantenere viva la voglia di condivisione