Violenza domestica e stalking in aumento in Umbria, lo dimostrano i dati Istat dei mesi scorsi

Violenza domestica e stalking in aumento in Umbria, lo dimostrano i dati Istat dei mesi scorsi
Violenza domestica e stalking in aumento in Umbria, lo dimostrano i dati Istat dei mesi scorsi

Un dato negativo, purtroppo atteso: le vittime di violenza domestica e stalking  sono aumentate durante il periodo di lockdown. Insomma, quel “restare a casa” non per tutti è stato sinonimo di sicurezza. I dati vengono da uno studio Istat, che ha pubblicato i numeri definitivi del numero verde 1522. Numeri pesanti, anche per l’Umbria. Tra marzo e giugno, i mesi della chiusura da covid, le vittime di violenza, soprattutto donne, sono passate dalle 38 del 2019 alle 64 di quest’anno, un incremento del 68 per cento. A registrarle appunto il numero verde chiamato direttamente da 107 utenti su 125 contro gli 83 dell’anno scorso, segno che l’1522 è diventato noto come servizio anti violenza. In Italia, il numero delle chiamate sia telefoniche sia via chat nel periodo compreso tra marzo e giugno 2020 è più che raddoppiato rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, passando da 6.956 a 15.280. Sempre su scala nazionale, con la richiesta di aiuto da parte delle vittime di violenza sono cresciute anche le chiamate per avere informazioni sui servizi del numero verde. Come a dire: maggiore violenza domestica, ma anche più reazione da parte delle vittime.