IL SINDACO LUCIANO BACCHETTA HA RICEVUTO UNA DELEGAZIONE DI TIRANA


Il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta ha ricevuto nella residenza municipale una delegazione di funzionari del Comune di Tirana in visita in Italia insieme ad alcuni operatori economici nell’ambito di un progetto di produzione di biometano che sta per essere avviato nella capitale dell’Albania. Ad accompagnare la rappresentanza, composta dal direttore generale dei progetti strategici e degli investimenti stranieri Genci Kojdheli (GHENZI KOGELI) , dalla direttrice e coordinatrice per gli investimenti stranieri Adela Abazi, dal funzionario Arbionil Xheigj (ARBIONìL KEIGI) e da Gezim Beqaj (GHEZìM BEKàI) , amministratore del gruppo industriale Jon IòN), sono stati i tifernati Enrico Vincenti, responsabile tecnico scientifico del consorzio umbro Innea, che riunisce otto aziende impegnate dal 1978 nella progettazione e nella realizzazione di impianti per la produzione di bioenergie da biomasse di origine agricola e zootecnica, e Gregorio Anastasi, avvocato che cura i contratti internazionali del sodalizio. Nell’incontro, al quale ha partecipato anche l’assessorato comunale all’Ambiente Luca Secondi, si è parlato dell’impianto che verrà realizzato a Tirana per la produzione di biometano dalla trasformazione della frazione organica dei rifiuti, con cui verranno alimentati i mezzi pubblici e per l’igiene urbana di una città che conta 800 mila abitanti. Un interessante parallelo con la popolazione umbra, che ha fornito l’occasione per una riflessione sulle prospettive del trattamento dei rifiuti nella regione e sulle più innovative modalità di recupero, tra cui la trasformazione in biometano, sulla quale lavora da tempo il consorzio Innea, rappresenta l’esperienza più avanzata in Europa. Nell’ottica della realizzazione dell’impianto a Tirana, la delegazione albanese ha visitato insieme all’ingegner Vincenti e all’avvocato Anastasi un impianto a Mantova e i due impianti tifernati per la produzione di biogas da coltivazioni agricole dedicate, che si trovano a Giove e Bonsciano. Il sindaco di Città di Castello ha espresso soddisfazione per la valorizzazione delle professionalità tifernati in campo internazionale grazie a progetti come quello di Tirana, rinnovando l’interesse dell’amministrazione comunale a portare avanti i rapporti di collaborazione con l’Albania già avviati con il protocollo per lo sviluppo agricolo sottoscritto l’anno scorso con il ministro dell’Agricoltura Edmond Panarìti. La delegazione del Comune di Tirana ha ricambiato l’ospitalità invitando il primo cittadino tifernate nella capitale albanese per verificare sul campo l’impegno in materia ambientale e le possibili sinergie commerciali con le aziende locali.