Confronto fra i candidati sindaci tifernati. L'Associazione "Il mosaico" anima la campagna elettorale


In questa campagna elettorale tifernate all’insegna di un’inedita fluidità, fra i tanti confronti fra i cinque candidati sindaci si segnala un momento interessante che è si è svolto in una sala dell'Hotel Le Mura di Città di Castello. I candidati Bacchetta, Colombo, Gasperi, Morini e Zangarelli, così differenti tra di loro per esperienze, idealità, metodi e aspirazioni, si sono ritrovati insieme nell’iniziativa promossa dall'Associazione Culturale "Il Mosaico" in vista delle prossime elezioni amministrative di domenica 5 giugno. Nel corso del dibattito, condotto da Ascanio Graziotti, componente del sodalizio promotore, i candidati sindaci sono stati chiamati a rispondere alle "domande-provocazioni " che riguardavano la vita della città tifernate. Sono così tornati alla ribalta problemi mai definitivamente risolti, a cominciare dalla preoccupante situazione delle infrastrutture viarie e ferroviarie, e dunque di Ferrovia Centrale Umbra, E78 ed E45 e di conseguenza delle problematiche che stanno isolando questo territorio. Ma si è parlato anche dello scottante tema della gestione dei rifiuti, della discarica di belladanza e della nuova impiantistica, delle tematiche legate alla cultura, dell'importanza del Maestro Burri e del suo centenario, della complessa vicenda del lascito Mariani, di come verranno utilizzati quei soldi e delle problematiche legate alla sanità. Molte le domande, i candidati hanno anche interloquito tra di loro, e in alcuni momenti anche in maniera forte e con notevole vivacità. Il confronto in questione del resto si e' tenuto ormai a pochi giorni dal voto e probabilmente sul tono assunto talora dal dibattito hanno probabilmente pesato la stanchezza e la tensione di questa campagna elettorale. In ogni caso si registra la riuscita dell'evento che ah consentito di far conoscere l'associazione Il Mosaico, nata da poco, all'opinione pubblica e ai giornalisti di varie testate che anch’essi hanno potuto fare domande ai candidati.